Cammini spirituali: in Italia o nel mondo, il percorso è trendy

I cammini spirituali, in Italia e nel mondo, sono sempre più di tendenza. Molti pellegrini scelgono di intraprendere questi viaggi per fede ma ci sono anche tantissime persone non credenti, che seguono gli itinerari storici per andare alla ricerca di sé o per entrare in contatto con la natura.

0
91
Tutti i cammini spirituali più famosi
Sempre più persone percorrono i cammini spirituali in Italia o nel mondo

Quella dei cammini spirituali, è diventata molto più di un’intima necessità. Si tratta di una vera e propria tendenza che mette in circolazione oltre 12 miliardi di euro l’anno, in tutto il mondo. E il numero delle persone che intraprendono le vie millenarie del pellegrinaggio, è in continuo aumento. Sono devoti che percorrono gli itinerari per una maggiore ricerca di spiritualità ma anche curiosi e atei che intendono vivere esperienze uniche, assaporando le emozioni di un turismo slow. Molti celebri cammini spirituali in Italia e in Europa non hanno mai smesso di interessare e ancora oggi, attraggono migliaia di persone. Un esempio? Quello di Santiago e la Via Francigena.

Cammino di Santiago de Compostela

Uno dei percorsi spirituali per eccellenza, è il Cammino di Santiago de Compostela, un’importantissima via di peregrinazione che conduce all’omonimo Santuario. L’itinerario viene percorso ininterrottamente sin dal IX secolo.

Da quando, cioè, secondo la tradizione, la tomba di San Giacomo il Maggiore venne scoperta grazie all’apparizione di una stella che indicò ad un pio eremita, il luogo dove erano sepolte le reliquie. Per questo il nome Compostela: da Campus Stellae, campo della stella, o Campos Tellum, luogo di sepoltura.

Molto vitale già durante il Medioevo, il Cammino di Santiago oggi rivive un momento di splendore. Sono tantissime, infatti, le persone che scelgono di percorrere le strade spagnole e francesi in direzione Santiago, alla ricerca della pace interiore. Non solo credenti e non solo cristiani. Ci sono anche atei e persone di altre fedi.

Ciò che accomuna i pellegrini di oggi, è il desiderio di allontanarsi dai ritmi frenetici del nostro tempo. La voglia di rimettersi in contatto con la parte più intima di se stessi. Ma c’è anche chi è spinto da una sofferenza, una malattia, o al contrario, da una gioia immensa.

I km del Cammino di Santiago sono all’incirca 800, da fare a piedi nell’arco di un mese, percorrendo la via più nota ossia quella francese. Per chi vuole, è possibile percorrere il Cammino di Santiago in bici.

Si può raggiungere il Santuario anche attraverso la via Lusitana di 630 km che parte da Lisbona e attraversa il paese da sud a nord, offrendo uno spettacolo indimenticabile fatto di storia, tradizione e monumenti.

LEGGI ANCHE: Ottava Meraviglia del mondo: scoperte le terrazze bianche della Nuova Zelanda

Via Francigena

Nell’ambito dei cammini d’Europa, la via Francigena è un itinerario che attraverso il cuore del vecchio continente, arrivando fino a Roma. Il percorso è composto da una serie di vie che collegano l’Inghilterra, la Francia e la Svizzera con l’Italia.

Oltre mille chilometri sono da percorrere solo in territorio italiano, dal Passo del Gran San Bernardo fino a Roma. In realtà, però, la via Francigena si estende fino a Santa Maria di Leuca, in Puglia, collegandosi idealmente con la città santa di Gerusalemme.

Insieme alla peregrinazione in Terra Santa e al Santiago di Compostela, la visita alla tomba di Pietro a Roma, era una delle tre peregrinationes maiores del Medioevo. La prima documentazione di questo percorso, risale alla fine del X secolo.

Si tratta della relazione del vescovo Sigerio che in 79 giorni percorse per intero l’itinerario. Oggi, i pellegrini della via Francigena sono credenti e non, spinti dal desiderio di ritrovare la propria spiritualità ma anche di percorrere le più antiche strade d’Europa, alla scoperta dei luoghi storici del continente.

Cammino de la Vera Cruz

Tra i cammini spirituali nel mondo, c’è un altro che tocca la Spagna ed è il Cammino de la Vera Cruz che conduce fino all’omonimo santuario, nella città di Caravaca de la Cruz. Lungo circa 900 km, comincia dai Pirenei navarri e fino a Puente La Reina segue la direzione del Cammino di Santiago.

Da questo punto, discende poi verso sud e attraversa i territori di Navarra, Aragóna, Castilla La Mancha e Valencia fino ad addentrarsi nella Regione di Murcia, a Jumilla. Conduce, infine, a Caravaca de la Cruz, davanti al Santuario de la Vera Cruz.

Come gli altri percorsi spirituali d’Europa, anche il Cammino de la Vera Cruz è molto antico, risale al XIII secolo. Secondo la tradizione, in questo periodo i Templari avrebbero portato nella Città Santa di Caravaca, un frammento della vera croce di Cristo. Quel “Lignum Crucis” in adorazione del quale, molti pellegrini intraprendevano il Cammino de la Vera Cruz.

Cammino di Mariazell

Il Cammino di Mariazell è uno dei cammini spirituali in Europa attualmente più floridi. Basti pensare che dalla città austriaca da cui prende il nome il percorso, nell’arco dell’anno passano circa mezzo milione di pellegrini. L’itinerario, la famosa Via Sacra, collega Vienna con la città del Santuario, per un totale di 135 km.

Nella città di Mariazell, ci si reca per pregare la Magna Mater Austriae ossia la Madonna delle Grazie, custodita all’interno del Santuario.

South West Coast Path

Per chi non teme di affrontare 30 giorni di cammino, c’è il South West Coast Path, uno degli itinerari a piedi in Europa che attraversa la cosa sud occidentale dell’Inghilterra, per circa 1000 km. In questo caso non ci sono reliquie e luoghi sacri da venerare.

Piuttosto, è uno dei cammini spirituali ideali per chi vuole andare alla ricerca di sé, vivendo un’esperienza a stretto contatto con la natura. La fauna selvatica, il paesaggio geologico e panorami mozzafiato assicurano passeggiate davvero suggestive. Lungo l’itinerario, si attraversano borghi, piccoli villaggi e aree come la “Noth Devon Biosphere” dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

LEGGI ANCHE: Aarhus e Pafos, capitali europee della cultura 2017

I Cammini di Francesco

Tra i percorsi spirituali in Italia, come anticipato dal nome, i Cammini di Francesco sono legati alla figura di San Francesco d’Assisi e al suo messaggio d’amore. Negli ultimi anni, i luoghi legati alla sua memoria, sono sempre più oggetto di attenzione e salvaguardia, per la ricchezza del significato storico, culturale e spirituale.

I cosiddetti Sentieri Francescani si collocano tra i cammini in Italia a piedi, su un percorso che parte da Rimini, giunge a Rieti e scende per santuari, conventi e castelli, fino a raggiungere Assisi, centro spirituale per eccellenza del Francescanesimo.

Non è però l’unico dei cammini spirituali in Italia. Nel nostro Paese, ci sono altre importanti itinerari come La Via Micaelica che collega Roma con Monte Sant’Angelo e La Via degli Dei che unisce Bologna e Firenze.

In Italia è possibile percorrere anche il Cammino della Luce che collega Perugia e Roma. Oltre, naturalmente, alla già citata via Francigena con oltre 40 tappe italiane.

LEGGI ANCHE: Emozioni al centro: Federalberghi promuove il turismo nel cuore dell’Italia

Riproduzione riservata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Accetto i Termini e le Condizioni sulla Privacy Policy