Foglie che cadono in autunno: uno spettacolo naturale pieno di fascino

Ogni anno, le foglie che cadono in autunno, tingono di colori rossastri parchi e giardini, creando un'atmosfera nostalgica e piena di fascino a cui è impossibile restare indifferenti. Il fenomeno della caduta delle foglie, infatti, ha ispirato poeti e artisti, incantati dallo spettacolo naturale.

0
559
Le foglie che cadono in autunno a novembre
Lo spettacolo naturale delle foglie che cadono in autunno

Ogni anno, da ottobre a novembre, si ripete lo spettacolo delle foglie che cadono in autunno, un rito pieno di fascino che offre alla vista una natura diversa. Nostalgica e greve. Quasi assopita. Gli alberi abbandonano le foglie più secche, lasciandole cadere al suolo. Così parchi e giardini assumono una colorazione rossastra. Con la caduta delle foglie l’atmosfera diventa speciale. La natura emette un respiro romantico, accompagnato da un sottofondo di malinconia. Stupisce i più piccoli e ispira moltissimi letterati e artisti, i quali dedicano a questa stagione, pensieri e opere di rara bellezza.

Cosa succede agli alberi che perdono le foglie

Appena la temperatura inizia a scendere in picchiata, si rinnova lo spettacolo naturale che tinge la natura di colori rossastri. Il fenomeno crea meraviglia anche nei più piccoli che vedono la caduta come una danza misteriosa.

Ma il perché cadono le foglie spiegato ai bambini, si può semplificare spiegando che ogni pianta caducifoglia (ossia che perde le foglie nella stagione fredda), abbandona il suo corredo creando una sorta di separazione tra l’albero e il picciolo della foglia. Un processo, questo, che genera la caduta ma allo stesso tempo conserva la vitalità della pianta la quale, tornerà presto a formare le gemme e a fiorire.

Molti bambini allora si chiedono che cosa succede alle foglie che cadono dagli alberi e rimangono nel terreno. Una volta morte e adagiate al suolo, sono destinate a trasformarsi in humus e a rendere fertile il terreno.

LEGGI ANCHE: I Parchi Nazionali più belli d’Italia, 7 aree naturali da visitare

Leggende sulle foglie che cadono in autunno

Una famosa leggenda sul perché gli alberi perdono le foglie, che fa sorridere grandi e piccini, racconta dell’incertezza vissuta dai primi uomini e dalle prime donne che abitarono la Terra, non appena arrivò per la prima volta, l’autunno.

Volendo riparasi con le fronde, chiesero agli alberi di potersi rifugiare sotto i rami. Tutti risposero di no, ad eccezione dell’abete che, impietosito, accettò di ripararli fino a quando il freddo non fosse passato.

Zeus, avendo assistito dall’Olimpo, punì gli alberi per il loro egoismo, destinandoli a perdere le foglie. Tutti, eccetto l’abete che poté salvare la sua chioma.

LEGGI ANCHE: Letture classiche d’agosto, storie e poesie ispirate all’estate

Foglie che cadono in autunno in letteratura

Quando il profumo del mosto avvolge l’aria, e lo scricchiolio delle foglie rompe il silenzio, la natura diventa musa ispiratrice per scrittori e poeti. Il verde abbandona il fogliame. Giallo e rosso hanno la meglio. Viola e prugna, sono il culmine della secchezza.

Così, quando in autunno cadono le foglie la poesia svela tutta la sua profonda bellezza. Il Carducci, ad esempio, guarda angosciato lo spettacolo naturale in “Alla stazione in una mattina d’autunno”, perso in quel cadere di foglie che pesa sull’anima. Come un mucchio di desideri infranti.

Tolstoj, invece, circondato dal colore delle foglie in autunno, si chiude in un amoroso silenzio, completamente pervaso da emozioni contrastanti che uniscono gioia e tristezza. Mentre il giardino pian piano si spoglia, la sua anima si turba e si confonde, prigioniera in uno scrigno di sentimenti indicibili.

Gli alberi autunnali, prendono a ondeggiare mossi dal vento. I rami si muovono da un lato e dall’altro. È quasi un flagello; poi tutto si placa appena scende una dolce stanchezza. Quella della poesia sull’autunno di Deledda Soffici-Lanza in cui, alla sera, la coltre del crepuscolo ricopre ogni cosa e ricomincia il sussurro leggero della natura.

Infine, cadono le foglie nella poesia di Pascoli rivelando la fragilità della natura, nella sua “Novembre”.

LEGGI ANCHE: Paesaggi al tramonto – foto

La musica e la caduta delle foglie

Neppure la musica è indifferente al fenomeno delle foglie che cadono in autunno. Basti pensare all’omonima canzone di Francesco Guccini, intitolata, appunto, “Autunno”, in cui la stagione è vista come il declino di una breve esistenza. Veloce e allo stesso tempo importantissima, da non trascurare.

Riproduzione riservata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Accetto i Termini e le Condizioni sulla Privacy Policy