Luglio al Museo: Arte in viaggio è il tema della nuova caccia al tesoro

Parte Luglio al Museo con Arte in viaggio, il nuovo tema della caccia al tesoro digitale del MiBACT, ideata per promuovere lo straordinario patrimonio custodito nei Musei italiani. Come ogni mese, anche stavolta la campagna sarà animata dalle locandine Luglio al Museo.

0
139
Luglio al Museo Arte in viaggio, la caccia al tesoro digitale
Parma, Complesso Monumentale della Pilotta, Galleria Nazionale, Peter Mulier detto il Tempesta, Veduta costiera al tramonto, 1687 circa

Si chiama Arte in viaggio il tema di Luglio al Museo. Come ormai da tradizione, la chiamata a racconta del MiBACT per scoprire le collezioni dei Musei Italiani, ha un tema conduttore anche per questo mese. Nel periodo preferito per le vacanze, l’argomento non poteva che essere in linea con l’estate e l’attività che più accomuna migliaia di turisti: il viaggio. Ma spostarsi da un luogo all’altro, non è solo legato alle escursioni e alla visita di città d’arte. Per millenni, l’uomo si è trasferito, ha percorso sentieri o vagabondato. Ha viaggiato alla ricerca di cibo, di nuove rotte, culture oppure risorse. A questo affascinante mondo del viaggio che rivela le numerose declinazioni dell’uomo, da nomade a pellegrino, da navigante a scopritore, o semplicemente curioso, è dedicata la più recente caccia al tesoro del MiBACT.

Il viaggio protagonista di Luglio al Museo

Era il XVII secolo quando aristocratici, intellettuali e artisti, partivano per il Grand Tour alla volta dell’Europa e soprattutto dell’Italia. Attratti dalle imponenti rovine e dalla bellezza dei paesaggi, migliaia di giovani si mettevano in viaggio per approfondire il loro sapere.

Era un valido strumento di istruzione e formazione. Dinanzi alle opere di Palladio, alla straordinaria eredità di Roma antica e ai tesori greci della Sicilia, i ricchi entravano personalmente in contatto con l’indimenticabile retaggio degli uomini del passato.

LEGGI ANCHE: RICOSTRUZIONE FORI IMPERIALI PIERO ANGELA PER UN VIAGGIO ROMANO

Le testimonianze del Grand Tour nella storia dell’arte, però, non sono gli unici viaggi da riscoprire con l’iniziativa di Luglio al Museo. Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, invita anche a ricordare sui social, i viaggi letterari.

Ne sono degli esempi quello insidioso di Ulisse e quello avventuroso di Enea. Come anche il percorso ultraterreno che distingue il viaggio di Dante.

Le locandine Luglio al Museo con tema Arte in viaggioMa tra i protagonisti della caccia al tesoro di Luglio al Museo Arte in viaggio, c’è anche il viaggio per mare, come quello della Veduta costiera al tramonto al Complesso Monumentale della Pilotta a Parma.

Condivisione con #luglioalmuseo e #arteinviaggio

Le piattaforme web, dunque, si popolano di viaggi fisici, biblici e mitici. Alle migliaia di turisti che visiteranno i musei nel mese di luglio, il MiBACT chiede di riprendere le opere a tema viaggio con smartphone o macchina fotografica. E poi di condividerle con gli hashtag che per tutto il mese caratterizzeranno la campagna social.

Dopo il tema di La Moda nell’Arte, #arteinviaggio e #luglioalmuseo sono le parole chiave dedicate alla nuova caccia al tesoro digitale.

Il viaggio nelle locandine Luglio al Museo

Come ogni mese, anche per Arte in viaggio di Luglio al Museo, il profilo instagram di @museitaliani, parchi archeologici e luoghi della cultura statali, sarà animato dalle tradizionali locandine. In totale sono 45 le immagini promozionali. Spaziano da Gli Emigranti della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, al Particolare del Viandante con mantello a Bagnaia.

Per l’ingresso nei musei, una volta seguite le corrette procedure per l’attivazione, può essere utilizzato anche il bonus cultura nati 1999.

Riproduzione riservata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Accetto i Termini e le Condizioni sulla Privacy Policy