Mostra Pubblicità Fondazione Magnani Rocca, La nascita della comunicazione moderna

La mostra Pubblicità della Fondazione Magnani Rocca, ripercorre le varie fasi della nascita della comunicazione moderna, dai primi slogan all'introduzione del Carosello. In Villa dei Capolavori a Mamiano di Traversetolo saranno esposte 200 opere storiche.

0
104
Uno dei lavori in esposizione alla mostra Pubblicità Fondazione Magnani Rocca
Plinio Codognato, Spumanti Cinzano, 1930

A Mamiano di Traversetolo, la mostra Pubblicità della Fondazione Magnani Rocca, racconta La nascita della comunicazione moderna, portando nei saloni della Villa dei Capolavori, 200 opere che ripercorrono la strada tutta italiana verso la comunicazione pubblicitaria. Dal 9 settembre al 10 dicembre 2017, in esposizione ci saranno tantissimi lavori che dalla fine dell’Ottocento all’era di Carosello, raccontano gli esordi della pubblicità nel nostro Paese. A partire dai primi messaggi, semplici e diretti, all’introduzione dell’illustrazione, passando per il manifesto, la locandina, la targa di latta e poi il packaging della confezione, fino alla radio come strumento di comunicazione di massa. La mostra Pubblicità Fondazione Magnani Rocca, ricostruisce le varie fasi dell’evoluzione del messaggio pubblicitario, tra fine Ottocento e prima metà del Novecento.

Gli inizi della comunicazione moderna

Il percorso espositivo alla Villa dei Capolavori parte dal 1890. Dal momento in cui appare sulla Tribuna Illustrata, il primo e più antico slogan italiano:

Volete la salute??
Bevete il Ferro China Bisleri

A questo ne seguono molti altri come:

Bianchezza dei denti Igiene della Bocca …. La vera Eau de Botot è il solo dentifricio approvato dall’Accademia di Medicina di Parigi.

fino al celebre A dir le mie virtù basta un sorriso per il dentifricio Kaliklor (1919), esito felice di un concorso aperto a tutti divenuto una pietra miliare della storia della comunicazione pubblicitaria.

LEGGI ANCHE: BOLOGNA EXPERIENCE PALAZZO BELLONI, LA MOSTRA IMMERSIVA

Sezioni mostra Pubblicità Fondazione Magnani Rocca

Da questi primi passi prende avvio la mostra Pubblicità, la nascita della comunicazione moderna 1890-1957 a Mamiano di Traversetolo. L’esposizione, a cura di Dario Cimorelli e Stefano Roffi, è organizzata in diverse sezioni.

La prima focalizza l’attenzione sui primi illustratori e artisti, i cui bozzetti e manifesti erano realizzati seguendo l’idea dell’illustrazione come elemento di comunicazione. Prima di tutto bella e indipendente dal contenuto promosso.

La rappresentazione dunque suscita stupore, cattura l’attenzione per la sua costruzione e composizione cromatica. Talvolta impaurisce e in alcuni casi, attrae con ironia.

La seconda sezione indaga il rapporto tra illustrazione e messaggio pubblicitario, dove uno rafforza l’altro. Talvolta, a rendere ancora più solido il messaggio, c’è uno slogan che ne individua le caratteristiche e la distintività.

Esempi sono rappresentati dalle pubblicità di Barilla, Campari, Cinzano, Motta, Pirelli e tanti altri, attraverso i quali la mostra spazia nei più diversi settori merceologici, dalle bevande alla moda, dai trasporti al turismo.

La terza sezione di Pubblicità, La nascita della comunicazione moderna a Mamiano di Traversetolo, riguarda tutti gli strumenti di promozione pubblicitaria che si sono sviluppati accanto al più conosciuto manifesto, ossia locandine, depliant, targhe in latta fino all’illustrazione della confezione.

La quarta e ultima sezione, invece, è dedicata ai nuovi strumenti di comunicazione che si affacciano dal 1920 in poi, la radio prima e poi la televisione fino al Carosello, il primo passo verso un’altra storia.

I lavori in mostra

La mostra, fra gli altri contributi, si avvale della collaborazione col prestito di un importante numero di bozzetti originali di Carboni, Nizzoli, Testa, Sepo del Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Università di Parma, e di manifesti d’epoca del Museo nazionale Collezione Salce di Treviso, della Civica Raccolta delle Stampe ‘Achille Bertarelli’ del Comune di Milano, della Collezione Alessandro Bellenda – Galleria L’IMAGE, Alassio (Savona).

Il catalogo dell’esposizione, edito da Silvana Editoriale, prevede i saggi di Dario Cimorelli, Nando Fasce, Elio Grazioli, Peppino Ortoleva, Stefano Roffi, Stefano Sbarbaro, Anna Villari oltre alla riproduzione di tutte le opere esposte.

LEGGI ANCHE: APERITIVO FUTURISTA DI FONDAZIONE MAGNANI ROCCA E CAMPARI

Orari mostra Pubblicità, La nascita della comunicazione moderna

L’esposizione è aperta dal 9 settembre al 10 dicembre 2017, compresi i festivi come 1 novembre e 8 dicembre. Gli orari della mostra Pubblicità, La nascita della comunicazione moderna a Mamiano di Traversetolo, sono i seguenti: dal martedì al venerdì dalle 10:00 alle 18:00 (la biglietteria chiude alle 17). Sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle 19:00 (la biglietteria chiude alle 18). Lunedì chiuso.

Biglietti mostra Pubblicità, La nascita della comunicazione moderna

il costo dei biglietti della mostra Pubblicità della Fondazione Magnani Rocca è di € 10,00 intero, valido anche per le raccolte permanenti, e € 5,00 per le scuole. Per informazioni e prenotazioni gruppi, è attivo il numero telefonico 0521 848327 / 848148

Partners

La mostra è realizzata grazie a Fondazione Cariparma, Crédit Agricole Cariparma. Media partner: Gazzetta di Parma, Kreativehouse. Sponsor tecnici: Angeli Cornici, Fattorie Canossa, Società per la Mobilità e il Trasporto Pubblico.

Riproduzione riservata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Accetto i Termini e le Condizioni sulla Privacy Policy